I Soggetti Coinvolti PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 13 Gennaio 2009 20:07
Nel caso di edifici che hanno manufatti contenenti amianto i soggetti coinvolti sono:

Il proprietario dell'immobile (conduttore, ecc.) in qualità di gestore - amministratore dell'immobile con autonomia di gestione.

Gli obblighi del proprietario sono:
  • Accertarsi che nello stabile non vi siano manufatti contenenti amianto;
  • Nei casi di presenza di amianto deve nominare un tecnico (DM       06/061994 ) con funzione di "controllo dello stato di conservazione dei manufatti contenenti amianto";
  • Avere una mappatura dell'amianto presente nell'edificio, planimetrie, foto, ecc.
  • Informare i residenti dell'immobile e/o i lavoratori che vi operano dei rischi dati dalla presenza dell'amianto.
  • Garantire il rispetto di efficaci misure di sicurezza per operazioni di pulizia o manutenzione in presenza di MCA. (Manufatti contenenti Amianto).
  • Accertarsi che il tecnico da incaricato provveda alla predisposizione della valutazione dei rischi;
  • Comunicare alle autorità competenti (ASL) la presenza di manufatti contenenti amianto ed il loro stato di conservazione (come da relazione del tecnico incaricato);
  • Accertarsi che, con cadenza annuale, il tecnico incaricato provveda all'aggiornamento del documento di valutazione dei rischi;
  • Informare in caso di appalto, l'appaltatore e/o il coordinatore alla progettazione della presenza di manufatti contenenti amianto e del loro stato di conservazione;
  • Tenere la documentazione aggiornata dei manufatti contenenti amianto.

Il tecnico, figura che esplica la funzione di consulente del proprietario, con la finalità di diagnosi dello stato di conservazione dell'amianto ai fini di predisporre e aggiornare annualmente la valutazione dei rischi. Valutare le opere di manutenzione in modo da non interferire con l'amianto e decidere conseguentemente sul tipo di bonifica eventualmente proposto. Mantiene i contatti con gli enti preposti e assolve agli adempimenti di Legge.

Assiste il proprietario a informare gli utenti della presenza di amianto e sulle modalità procedurali da seguire.

In caso di interventi di bonifica si accerta che l'appaltatore abbia predisposto il Piano di Lavoro e che lo stesso sia stato autorizzato dalla ASL di competenza.

L'utente, figura che utilizza e/o frequenta l'edificio (inquilino, lavoratore dipendente, ecc.) deve seguire le indicazioni e le procedure da adottare indicate nella documentazione di sicurezza. (es. non intervenire sui MCA, tagliarli, forarli, romperli, ecc.).

L'ente di controllo (A.S.L.), nel caso specifico prende atto della presenza di amianto nell'edificio (attraverso la comunicazione trasmessa a cura del proprietario e redatta dal tecnico incaricato), e controlla le eventuali operazioni di bonifica e/o di rimozione.

L'appaltatore con compiti di rimozione dei MCA: La rimozione dei Manufatti Contenenti Amianto (MCA) deve essere effettuata da imprese specializzate, queste devono effettuare una particolare valutazione dei rischi, essere iscritte in un apposito elenco, aver formato i propri lavoratori dipendenti, i corsi di formazione sono tenuti dagli organi competenti.

I tecnici che predispongono il Piano di Lavoro per la rimozione dell'amianto devono fare un corso di formazione con esame finale.

I lavoratori che effettuano le operazioni di rimozione dei manufatti contenti amianto devono oltre ad essere formati ed informati, anche essere dotati di idonei DPI, quali maschere con filtro P3, apposite tute, ecc.
Ultimo aggiornamento Martedì 10 Marzo 2009 09:28