I Soggetti Coinvolti PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 09 Gennaio 2009 13:13
Il D. Lgs. n° 155 del 26 maggio 1997 recepisce in Italia la direttiva comunitaria 93/43 in materia di igiene nei prodotti alimentari, basata sul principio dell'autocontrollo.
Con questo decreto si impone l'applicazione del sistema HACCP a tutte le realtà operanti nel settore alimentare (dalle grandi industrie fino alle piccole imprese) che esercitino anche solo una tra le seguenti attività:
  • preparazione,
  • trasformazione,
  • fabbricazione,
  • confezionamento,
  • deposito,
  • trasporto,
  • distribuzione,
  • manipolazione,
  • vendita,
  • fornitura e/o somministrazione di prodotti alimentari.
In data 7 agosto 1998, è stata inoltre pubblicata dal Ministero della Sanità la circolare n° 11 esplicativa del decreto, nella quale il campo di applicazione viene specificato anche per le seguenti attività:
  • raccolta di molluschi bivalve vivi
  • tutte le operazioni di cattura dei prodotti della pesca,
  • produzione di miele e uova.


Ai sensi del decreto, le suddette realtà hanno l'obbligo di attuare un sistema documentato di autocontrollo dell'igiene.
Il D. Lgs. 155/97 prevede inoltre l'elaborazione volontaria, ispirata al Codex Alimentarius, di manuali di corretta prassi igienica, sollecitando imprese alimentari, associazioni di categoria e di consumatori. Detti manuali verranno valutati dal Ministero della Sanità e trasmessi alla Commissione Europea (il riepilogo dei manuali già approvati sono pubblicati sulla G. U. n° 29 del 05/02/01).

Il soggetto individuato dal decreto come titolare dell'onere di applicazione dell'HACCP è il titolare dell'industria alimentare, ovvero il responsabile specificatamente delegato.