L'Informazione dei Lavoratori PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 13 Gennaio 2009 16:06
I compiti informativi e formativi del medico competente sono riconducibili in due ambiti fondamentali.

Il primo fa riferimento all'esercizio della sorveglianza sanitaria e riguarda:
  • Informazioni ai lavoratori sul significato degli accertamenti cui sono sottoposti;
  • Informazioni ai lavoratori sul risultato di tali accertamenti (a richiesta anche copia della documentazione);
  • Informazioni durante la riunione annuale sui risultati anonimi e collettivi degli accertamenti e sul significato dei risultati.
Il secondo riguarda la collaborazione del medico alle attività di formazione e formazione previste dagli artt. 36 e 37 del D. Lgs. 81/08 che prevedono che il datore di lavoro fornisca un adeguata informazione su rischi per la sicurezza e salute, norme di sicurezza, misure di prevenzione, ecc..

Le informazioni relative alla sorveglianza sanitaria pongono al medico competente problemi simili a quelli che caratterizzano in generale la comunicazione fra medico e paziente.

Problemi particolari possono insorgere quando vengono evidenziate situazioni di salute per le quali il medico ritiene necessario proporre provvedimenti che il lavoratore può considerare lesivi ai suoi interessi (idoneità negativa, subordinazione a limitazioni, proposte di cambio di mansione, ecc.).

La comunicazione in questi casi può assumere toni dalla leggera tensione fino al conflitto aperto. Ecco perché il medico deve fornire al lavoratore informazioni quanto più possibile, precise, comprensibili, esaustive e controllare la propria emotività anche davanti ad atteggiamenti aggressivi o di sfida.